Navigation

Stati, ballottaggio, Vallese (parziali): 2 candidati PPD in testa

Il consigliere agli Stati uscente Beat Rieder, del PPD, è in testa nell'elezione di ballottaggio odierna in Vallese, stando allo spoglio delle schede di oltre la metà dei Comuni. Mancano però i risultati delle città. KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA VALLE sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 03 novembre 2019 - 12:42
(Keystone-ATS)

I due candidati del PPD in corsa per i seggi vallesani al Consiglio degli Stati ottengono nettamente più preferenze dei loro avversari, stando allo spoglio delle schede di oltre la metà dei Comuni. Mancano però i risultati delle città.

L'altovallesano Beat Rieder, come previsto, è davanti alla collega di partito romanda Marianne Maret. In base ai risultati di 87 Comuni su 126, Rieder ottiene 24'473 suffragi. Seguono Maret (22'001) e il consigliere nazionale socialista Mathias Reynard (14'174). La verde Brigitte Wolf è quarta (9'309), seguita dal democentrista Cyrille Fauchère (6124). In Vallese il PPD occupa i due seggi del Cantone al Consiglio degli Stati dal 1857.

Il "senatore" uscente Rieder nel primo turno ha ottenuto il miglior risultato, con poco meno di 46'000 voti, seguito dalla sua compagna di lista, la granconsigliera Maret, che ha raccolto quasi 40'000 preferenze. Quest'ultima era tallonata - il divario era di poco più di 3000 suffragi - da Reynard, che nella elezione per la Camera del popolo è stato il candidato più votato in assoluto a livello cantonale.

Nell'elezione di ballottaggio odierna si scontrano due blocchi. I Verdi, che sono riusciti a far eleggere a sorpresa un loro rappresentante in Consiglio nazionale, con Wolf sperano di portare acqua al mulino di Reynard e presentavano una lista comune col PS. Reynard, in funzione anticonservatrice ha potuto contare sul sostegno di numerosi elettori. Tra questi figura anche l'ex consigliere federale liberale radicale Pascal Couchepin. Sul fronte PPD la rielezione di Rieder, che non è contestato da alcuno, dovrebbe essere una formalità. Reynard, secondo i pronostici minaccerebbe piuttosto Maret, che se dovesse imporsi regalerebbe al Vallese un primato di altra natura: il Cantone sarebbe rappresentato per la prima volta agli Stati da una donna. Secondo gli osservatori, Maret otterrà voti trasversali proprio dall'elettorato femminile.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.