Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'importazione di carne aromatizzata va frenata mediante un aumento delle tariffe doganali. Dopo il Nazionale, anche il Consiglio degli Stati ha approvato - con 27 voti a 12 e 3 astenuti - una revisione della Legge sulla tariffa delle dogane (LTD).

Il dossier è pronto per le votazioni finali.

Lo scopo della revisione legislativa è mitigare la crescente pressione sui prezzi che grava sui produttori svizzeri di carne, evitando di scombussolare l'organizzazione del mercato. Attualmente, la carne speziata - o condita - importata gode di tariffe doganali preferenziali. Questa situazione è da tempo denunciata dall'Unione svizzera dei contadini.

La disputa sulla carne aromatizzata occupa la politica svizzera da anni. Il 20 settembre 2010, l'allora ministro delle finanze Hans-Rudolf Merz era scoppiato in una risata irrefrenabile che ha fatto il giro del mondo durante l'ora delle domande nell'aula del Consiglio nazionale, mentre spiegava in parlamento, nei minimi particolari, i segreti della carne speziata importata in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS