Navigation

Stati, Zurigo: inserzione pro Noser, GISO ricorre al TF

I due candidati al ballottaggio di domenica per un seggio al Consiglio degli Stati nel canton Zurigo. KEYSTONE/WALTER BIERI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 novembre 2019 - 12:56
(Keystone-ATS)

L'esecutivo del canton Zurigo non entra nel merito del ricorso presentato dalla Gioventù socialista (GISO) per il sostegno dato da cinque consiglieri di Stato al "senatore" uscente del PLR Ruedi Noser. La GISO ha perciò deciso di rivolgersi al Tribunale federale.

Il ricorso sul diritto di voto della sezione giovanile del PS si riferiva ad un'inserzione pubblicitaria apparsa il 2 novembre scorso sul "Tages-Anzeiger", in vista del ballottaggio di domenica prossima per il seggio ancora da attribuire al Consiglio degli Stati.

L'annuncio pubblicitario riportava le fotografie di cinque consiglieri di Stato - Carmen Walker-Späh (PLR), Ernst Stocker (UDC), Mario Fehr (PS), Silvia Steiner (PPD) e Natalie Rickli (UDC) - che raccomandavano di rieleggere Noser alla Camera dei Cantoni. Jacqueline Fehr (PS) e Martin Neukom (Verdi) sono invece i due membri del governo che non comparivano nell'inserzione.

L'annuncio non utilizza né il logo, né i caratteri tipografici ufficiali del cantone ed è quindi "evidente che non si tratta di un pubblicità a nome del consiglio di Stato", scrive oggi il governo zurighese in una nota.

Per la GISO, il fatto che cinque consiglieri di Stato su sette appaiano nell'inserzione darebbe l'impressione che sia il governo in quanto tale a sostenere il candidato del PLR. La Gioventù socialista considera perciò la pubblicità "illegale" e ha deciso di portare il caso davanti al Tribunale federale.

Al ballottaggio di domenica, Ruedi Noser dovrà fare i conti con la gran consigliera dei Verdi Marionna Schlatter, che gode dell'appoggio della sinistra. Daniel Jositsch, del PS, è l'altro "senatore" uscente riconfermato comodamente al primo turno.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.