Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La sottoscrizione dell'accordo tra Svizzera e Unione europea dovrebbe tenersi "presto", riferisce un comunicato odierno degli Stati Ue.

KEYSTONE/ELISABETHA GUENTHARD

(sda-ats)

I ministri dei Paesi dell'Unione europea hanno approvato oggi a Bruxelles il collegamento dei rispettivi sistemi per lo scambio di quote di emissioni tra la Svizzera e l'Ue. La sottoscrizione dell'accordo dovrebbe tenersi "presto".

"Vorrei ringraziare la Svizzera e tutti gli Stati dell'Ue per la loro convinzione che una cooperazione renda migliore e più efficiente i nostri sistemi di scambio di quote di emissioni", afferma il ministro dell'ambiente estone Siim Kiisler, citato in un comunicato odierno degli Stati Ue. Il suo Paese presiede attualmente il Consiglio europeo.

Raggiungere gli obiettivi climatici concordati a Parigi è un obiettivo comune, ha aggiunto. Nessun Paese può combattere il cambiamento climatico da solo. Con il collegamento dei due sistemi si prepara la strada "per un futuro pulito".

Non è ancora chiaro quando avverrà la firma dell'accordo. Il 23 novembre potrebbe rappresentare una possibile data, quando il presidente della Commissione europea Jean-Claude Juncker si recherà in Svizzera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS