Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La sicurezza in Svizzera non è un bene distribuito in modo omogeneo. Romandia e Basilea Città si distinguono per una criminalità più elevata della media, la Svizzera centrale e Appenzello per una più contenuta.

Lugano è una delle città più sicure in termini di reati contro il patrimonio, Coira in termini di reati violenti.

La statistica criminale di polizia (SCP) dell'Ufficio federale di statistica (UST), pubblicata oggi, rivela che tra cantoni e città vi sono grosse differenze nel numero di denunce per reati al Codice penale (CP).

Per la prima volta l'UST ha pubblicato la frequenza, ossia il numero di denunce di delitti ogni 1000 abitanti, in particolare dei reati violenti e contro il patrimonio nei Cantoni e nei centri con oltre 30'000 abitanti (le sole città di Lugano e Coira per Ticino e Grigioni) e ha compilato i dati per tutto il periodo 2009-2015.

In materia di reati violenti (vie di fatto, minaccia, lesioni personali e rapina) le cifre del 2015 confermano una frequenza elevata per i due cantoni urbani di Basilea e Ginevra (rispettivamente 12,9‰ e 8,2‰) e per il canton Neuchâtel (8,5‰). Inversamente, cantoni più piccoli come Uri, Appenzello Interno o Svitto presentano le frequenze più basse (1,6‰, 2,3‰ e 2,4‰). In Ticino e nei Grigioni le frequenze sono rispettivamente di 4,7‰ e 3,1‰, al di sotto della media nazionale del 5,1‰.

Nelle città emergono tassi elevati per esempio per Friburgo (18,2‰), Basilea (13,2‰), Bienne (BE, 13,2‰), La Chaux-de-Fonds (NE, 12,9‰) e Neuchâtel (12,4‰). Solo questi due ultimi centri presentano flessioni significative dal 2009. Le frequenze più contenute sono state censite a Köniz (BE, 2,8‰), Thun (BE, 4,3‰) e Coira (4,8‰). A Lugano la frequenza è stata del 5,1‰.

Per quel che riguarda i furti con scasso e introduzione clandestina, i primi tre cantoni interessati (in calo rispetto al 2014) sono Ginevra, Neuchâtel e Vaud, con valori rispettivamente del 12,0‰, 10,8‰ e 9,9‰. Anche in questo ambito, i cantoni più piccoli come Appenzello Interno, Uri e Nidvaldo presentano le frequenze più basse (1,5‰, 1,7‰ e 1,9‰). In Ticino e nei Grigioni il tasso è rispettivamente del 5,3‰ e 5,0‰, inferiore alla media nazionale del 6,4‰.

Nelle città, Neuchâtel presenta il valore più elevato (in aumento rispetto al 2014) pari al 16,3‰. Seguono due agglomerati i cui valori sono in calo, Ginevra (13,8‰) e Losanna (12,5‰). Del resto il capoluogo vodese ha visto il suo tasso precipitare del 42,9% nel 2015 (2014: 21,9‰). I saggi più bassi sono quelli delle città di Uster (2,7‰), Lugano (4,3‰) e Sciaffusa (4,6‰). Coira presenta una frequenza del 6,5‰.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS