Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Mosca e Washington sono d'accordo sulla necessità di unire i propri sforzi nella lotta all'autoproclamato Stato islamico (IS), ma "per ora" non hanno ancora "un approccio comune" sulla questione.

Lo ha detto il ministro degli Esteri russo Serghiei Lavrov subito dopo un incontro con il segretario di Stato Usa, John Kerry, a Kuala Lumpur.

"Siamo tutti d'accordo sul fatto che l'IS è una minaccia comune e un male comune - ha affermato Lavrov, citato dall'agenzia Interfax -. Occorre unire gli sforzi nella lotta a questo fenomeno e bisogna farlo al più presto e nel modo più efficace, ma per ora non abbiamo un approccio comune su come fare concretamente, in particolare - ha precisato il ministro degli Esteri russo - tenendo in considerazione le differenze tra i diversi attori mondiali, incluse le unità armate dell'opposizione siriana".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS