Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Stazione centrale di milano

KEYSTONE/CHRISTIAN BEUTLER

(sda-ats)

Ismail Tommaso Hosni, il 20enne che due giorni fa alla stazione Centrale di Milano ha ferito a coltellate due militari e un agente durante un controllo, sarà interrogato domani mattina, a partire dalle 10.15, dal giudice delle indagini preliminari Manuela Scudieri.

Quest'ultima dovrà decidere sulla richiesta del pubblico ministero Maura Ripamonti di convalida dell'arresto e di misura cautelare in carcere per tentato omicidio.

Nel frattempo, il giovane è anche indagato per terrorismo internazionale. Un fascicolo è stato aperto dai pubblici ministeri dell'antiterrorismo milanese Alberto Nobili e Alessandro Gobbis per poter compiere accertamenti su un profilo Fb attribuibile a lui e in cui comparivano, prima che venisse oscurato, video e scritte inneggianti all'Isis.

Gli investigatori, tra l'altro, indagano sulle sue frequentazioni e, in particolare, su un libico che potrebbe averlo aiutato a radicalizzarsi. Intanto il legale di Hosni, l'avvocato Giuseppina Regina, è pronta a depositare già domani al giudice una richiesta di perizia psichiatrica per valutare le condizioni psichiche del giovane.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS