Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La strage di Ankara potrebbe essere stata compiuta anche dal fratello maggiore dell'attentatore suicida di Suruc, al confine con la Siria, dove il 20 luglio scorso morirono 33 attivisti filo-curdi.

Lo sostiene il giornale turco Haberturk, citando fonti della polizia turca.

Le analogie con Suruc riguarderebbero il tipo di esplosivo utilizzato e la scelta dell'obiettivo dell'attacco, che potrebbe essere opera di una cellula dell'Isis basata nella provincia sudorientale turca di Adiyaman.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS