Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I cadaveri di tre uomini, ripetutamente pugnalati, sono stati ritrovati dalla polizia nell'abitazione di Elliot Rodger, il ragazzo di 22 anni che venerdì sera a Isla Vista, in California, ha ucciso in totale sei persone. L'accoltellamento è avvenuto prima della sparatoria avvenuta per le strade della cittadina universitaria.

Nel corso di quest'ultima - ha raccontato la polizia - sono state uccise a colpi di pistola due ragazze che si trovavano all'interno di un'associazione studentesca femminile e una donna che si trovava all'interno di un mini market. I feriti sono almeno 13, 8 raggiunti da pallottole e 4 colpiti durante la folle corsa della Bmw nera guidata da Rodger.

Il killer aveva tre pistole, tutte detenute legalmente. Oltre al video postato su Yotube in cui il ragazzo lanciava un'invettiva contro le donne promettendo una "punizione", gli investigatori hanno trovato nella sua abitazione anche un manifesto delirante di 140 pagine che - spiegano gli esperti - denota i disturbi mentali di cui molto probabilmente il giovane soffriva.

SDA-ATS