Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I morti della strage di Denver sono 12 e i feriti 58, per un totale di 70 persone coinvolte. Alcuni dei feriti hanno riportato traumi dovuti al caos creatosi nella sala e non a causa degli spari. Undici feriti sono in condizioni critiche, secondo il governatore del Colorado, John Hickenlooper.

La polizia precisa che James Holmes, il killer della strage di Denver, farà la sua prima apparizione in tribunale lunedì 23 luglio alle 8:30 ora locale (le 16:30 in Svizzera). Holmes è nel carcere della contea e ha un avvocato. Secondo la stampa americana non sta collaborando con le autorità.

Il killer ha acquistato le quattro armi e le munizioni in suo possesso negli ultimi due mesi e in modo regolare. La polizia di Aurora afferma che James Holmes ha acquistato su internet circa 6000 proiettili e le armi presso rivenditori locali.

Una delle due pistole Glok sarebbe stata acquistata il 22 maggio ad Aurora. Il 28 maggio, sei giorni dopo, Holmes avrebbe acquistato un fucile da caccia nel negozio Bass Pro Shops di Denver, dove sarebbe tornato il 6 luglio per acquistare un'altra pistola Glock. Il 7 giungo avrebbe comprato il fucile AR-15 a Thornton, sempre in Colorado.

Un portavoce di Brass Pro Shops, uno dei negozi dove Holmes ha acquistato le armi, afferma che "le verifiche sui trascorsi personali, come richiesto dalla legge, sono state condotte in modo appropriato". Gander Mountain, un altro dei punti vendita in cui si è recato Holmes, precisa che la società sta cooperando con le autorità. Secondo indiscrezioni, Holmes aveva un arsenale di munizioni ad alta capacità per l'AR-15, che erano bandite fino al 2004.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS