Alla fine del 2015 vivevano in Svizzera 1'993'916 cittadini stranieri, provenienti in maggioranza da Paesi dell'UE e dell'AELS (68%). Lo indica oggi la Segreteria di Stato della migrazione (SEM). Il numero netto degli immigrati è sceso del 9,4% rispetto al 2014.

Più in dettaglio, dai datti diffusi emerge che lo scorso anno sono giunti in Svizzera 150'459 cittadini stranieri (-1,1% rispetto all'anno precedente) e contemporaneamente ne sono partiti 73'444 (+6,1%). Il saldo migratorio risulta pertanto essere di 71'495 persone (-9,4% rispetto al 2014).

Come l'anno precedente, anche nel 2015 il principale motivo di immigrazione (47% circa del totale) è stata l'assunzione di un impiego, seguita dal ricongiungimento familiare (31%), compreso quello di cittadini svizzeri.

Il maggior gruppo di stranieri era costituito da italiani (313'725), davanti a tedeschi (301'548) e portoghesi (268'067). Il maggior aumento è stato osservato tra i francesi (+6241 persone), seguiti dagli italiani (+5123) e dai portoghesi (+5057). I cali più marcati sono stati registrati da serbi (-4489), croati (-626) e turchi (-595).

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.