Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alla fine del 2015 vivevano in Svizzera 1'993'916 cittadini stranieri, provenienti in maggioranza da Paesi dell'UE e dell'AELS (68%). Lo indica oggi la Segreteria di Stato della migrazione (SEM). Il numero netto degli immigrati è sceso del 9,4% rispetto al 2014.

Più in dettaglio, dai datti diffusi emerge che lo scorso anno sono giunti in Svizzera 150'459 cittadini stranieri (-1,1% rispetto all'anno precedente) e contemporaneamente ne sono partiti 73'444 (+6,1%). Il saldo migratorio risulta pertanto essere di 71'495 persone (-9,4% rispetto al 2014).

Come l'anno precedente, anche nel 2015 il principale motivo di immigrazione (47% circa del totale) è stata l'assunzione di un impiego, seguita dal ricongiungimento familiare (31%), compreso quello di cittadini svizzeri.

Il maggior gruppo di stranieri era costituito da italiani (313'725), davanti a tedeschi (301'548) e portoghesi (268'067). Il maggior aumento è stato osservato tra i francesi (+6241 persone), seguiti dagli italiani (+5123) e dai portoghesi (+5057). I cali più marcati sono stati registrati da serbi (-4489), croati (-626) e turchi (-595).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS