Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La centrale atomica di Leibstadt, nel canton Argovia.

KEYSTONE/ALESSANDRO DELLA BELLA

(sda-ats)

La sezione argoviese del PLR si oppone alla strategia energetica 2050 e all'uscita dal nucleare: riunita ieri sera a Wohlen (AG) l'assemblea del partito ha deciso con 110 voti contro 16 di opporsi alla legge sull'energia in votazione federale il prossimo 21 maggio.

In tal modo i liberali radicali di Argovia si smarcano dalla raccomandazione di voto a livello nazionale.

La decisione è giunta al termine di una discussione costellata da "focosi interventi del pubblico", scrive la sezione in un comunicato. Come noto sul territorio del cantone si trovano tre dei cinque reattori nucleari elvetici: i due di Beznau e quello di Leibstadt.

Il PLR argoviese ha anche respinto all'unanimità una iniziativa popolare cantonale del PS, pure in votazione in maggio, che garantisce sussidi alle economie domestiche che spendono oltre il 10% del loro reddito in premi di cassa malattia. Attualmente in Argovia i beneficiari di aiuti sono circa il 25%: questa quota deve essere ridotta, non ulteriormente aumentata, ritiene il PLR.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS