Navigation

Strauss-Khan libero, accusatrice rischia cinque anni di carcere

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 luglio 2011 - 20:31
(Keystone-ATS)

La procura ha accettato di rilasciare l'ex direttore del Fondo Monetario Internazionale, Dominique Strauss-Khan, sulla parola. Può spostarsi liberamente, ma non ha il diritto di lasciare gli Stati Uniti. Il presidente del tribunale di New York ha precisato che il caso Strauss-Khan rimane però aperto, anche se la maggior parte delle accuse sono state revocate.

La presunta vittima di Strauss-Kahn ha ammesso di avere mentito nelle udienze preliminari, secondo quanto scrive il District Attorney di New York Cyrus Vance, il procuratore del caso contro l'ex direttore generale del Fondo Monetario Internazionale (Fmi) accusato di stupro.

Le menzogne riguarderebbero tra l'altro uno stupro subito dalla donna in Africa e il fatto di non avere denunciato immediatamente le presunte violenze subite da Strauss-Kahn, ma di avere pulito nel frattempo altre stanze dell'albergo in cui lavora.

La cameriera del Sofitel di Manhattan rischia ora fino a cinque anni di carcere per aver mentito sotto giuramento dinnanzi a un Gran Giurì nel corso di una delle udienze preliminari.

Secondo il codice di procedura penale Usa, chiunque fa dichiarazioni false sotto giuramento di fronte a un Gran Giurì o a un tribunale, "può essere multato o incarcerato fino a cinque anni, o ambedue le cose".

Inoltre la donna, una rifugiata, potrebbe essere rispedita nel suo paese d'origine, la Guinea, perché ha riconosciuto di avere mentito durante la richiesta di asilo, affermando di essere stata violentata da soldati africani, che ne avrebbero inoltre ucciso il marito.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?