Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERLINO/PARIGI/ROMA - Sono in totale 7 su 91 le banche europee che non hanno superato la prova degli stress test. Si tratta di 5 casse di risparmio spagnole, della tedesca Hypo Real Estate e della greca Ata bank.
A risultato dello scenario peggiore che prende in conto il rischio di choc del debito sovrano "sette banche vedrebbero il loro Tier 1 scendere sotto la quota del 6%", afferma il Comitato europeo per la supervisione delle banche (CEBS), che ha condotto i test su 91 istituti di credito, di venti paesi dell'Ue, in rappresentanza del 65% del settore europeo.
Dagli stress test condotti dal CEBS emerge poi che la perdita complessiva del sistema bancario europeo nel caso di uno scenario recessivo ammonterebbero a 566 miliardi di qui al 2011. Le perdite "in caso di scenario avverso e di uno shock sovrano aggiuntivo" comprendono "l'indebolimento aggregato e le perdite da trading". Gli stress test, si spiega nella nota del CEBS, puntano soprattutto "sui rischi di credito e di mercato", comprendendo anche "le esposizioni al debito sovrano europeo".
Le quattro principali banche francesi (Bnp-Paribas, Société Générale, Crédit Agricole e Banque populaire-Caisse d'épargne) hanno superato l'esame. Stesso risultato per gli istituti italiani Intesa Sanpaolo, Unicredit, Mps, Banco Popolare e Ubi Banca.
La Hypo Real Estate (Hre) è l'unica banca tedesca, tra le 14 sottoposte agli stress test, che non ha superato la prova. Lo hanno annunciato oggi in un comunicato congiunto la Bundesbank e la BaFin, l'autorità tedesca di vigilanza sui mercati finanziari.
"La Hre è l'unica banca tedesca che non ha raggiunto la soglia del 6% fissata per il rapporto di capitale Tier 1 sotto lo scenario di stress più rigido", si legge nella nota. Nello scenario peggiore, il gruppo Hypo Real Estate ha registrato un Tier 1 al 4,7%.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS