Il livello degli studenti svizzeri varia fortemente da una materia all'altra. Gli alunni elvetici si confermano forti in matematica, mentre per quel che riguarda la lettura risultano sotto la media dei Paesi OCSE. È quanto emerge dallo studio Pisa pubblicato oggi.

Nella lettura i ragazzi svizzeri hanno ottenuto 484 punti, tre in meno della media dei Paesi dell'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE). In questo settore è in aumento la quota di allievi poco competenti (+4%). In generale nei Paesi OCSE, rispetto al primo rilevamento effettuato nel 2000, si delinea un calo del piacere della lettura da parte dei quindicenni, fenomeno riscontrato anche in Svizzera.

In matematica gli alunni elvetici hanno raggiunto 515 punti, contro una media OCSE di 489 punti. Solo la media dell'Estonia è significativamente superiore a quella della Confederazione, ma anche alcuni Paesi asiatici, l'Olanda e la Polonia fanno meglio.

Nella terza materia presa in considerazione per lo studio triennale, ovvero scienze naturali, la media svizzera risulta nettamente superiore a quella OCSE, come già nel 2015. In questo caso gli allievi svizzeri raggiunto 495, contro la media di 489. Meglio fanno Germania, Svezia, Belgio e Repubblica Ceca.

Secondo lo studio, in Svizzera dal 2012 il livello è peggiorato in tutte le discipline. La variazione con il 2018 passa dai 16 punti in matematica ai 20 in scienze naturali. Un altro tema sottolineato dalla ricerca, è l'aumento degli alunni di origine straniera, arrivati al 34% del totale.

Per effettuare la ricerca, nel 2018 circa 600'000 studenti 15enni provenienti da 79 Paesi hanno preso parte ad un test.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.