Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I test del DNA svolti per trovare l'uomo che ha aggredito, stuprato e reso tetraplegica una 26enne lo scorso luglio a Emmen (LU) non hanno finora dato esiti positivi. Lo indica il ministero pubblico di Lucerna in un comunicato odierno.

La procura lucernese aveva convocato a fine ottobre 371 uomini per sottoporsi al test: 355 analisi sono risultate negative, due sono in fase di elaborazione, mentre 14 persone non si sono ancora sottoposte all'esame perché si trovano all'estero o in vacanza.

Il 21 luglio, la vittima, una giovane d'origine indiana adottata da una coppia lucernese, stava tornando dal lavoro in bicicletta, intorno alle 22.30, percorrendo la riva della Reuss in direzione di Lucerna, quando è stata assalita e poi stuprata in un boschetto vicino. Ha subito ferite gravissime, che l'hanno paralizzata dal collo in giù.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS