Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sempre più funzioni.

KEYSTONE/AP/NG HAN GUAN

(sda-ats)

La peculiarità del prossimo iPhone, che uscirà in autunno e celebrerà il decimo compleanno dello smartphone di Apple, potrebbe essere la realtà aumentata.

Lo scrive Bloomberg, secondo cui la compagnia avrebbe messo 'centinaia di ingegneri' a lavorare su questa tecnologia applicata all'iPhone ma anche ad altri prodotti, tra cui un paio di occhiali 'tech'.

Obiettivo di Apple, stando alle indiscrezioni, è portare al grande pubblico la realtà aumentata per la quale il Ceo Tim Cook ha più volte espresso apprezzamento. Oltre ad assumere ingegneri, arruolati anche tra gli sviluppatori dei visori HoloLens di Microsoft e Oculus di Facebook, Apple ha acquisito alcune aziende specializzate, tra cui Metaio nel 2015 e FlyBy Media nel 2016.

La realtà aumentata sull'iPhone potrebbe consentire di scattare una foto e poi cambiarne la profondità, o cambiarla a un singolo oggetto, o ancora di isolare un elemento, ad esempio il volto di una persona, e girarlo di 180 gradi. Un'altra novità su cui Apple è al lavoro, prosegue Bloomberg, riguarderebbe l'aggiunta di effetti e oggetti a una foto, come avviene sulla app Snapchat. Questa funzione sfrutterebbe gli algoritmi di PrimeSense, società israeliana acquisita da Apple nel 2013.

Le indiscrezioni confermano poi che Apple sarebbe al lavoro su alcuni prodotti che sfruttano la realtà aumentata, tra cui un paio di occhiali che si collegano all'iPhone e sono in grado, ad esempio, di mostrare una mappa o un video a chi li indossa. La strada per arrivare sugli scaffali dei negozi potrebbe essere però ancora lunga.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS