Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Regula Rytz

KEYSTONE/THOMAS HODEL

(sda-ats)

I Verdi invitano il Partito liberale radicale (PLR) a presentare una donna sul "ticket" per la successione di Didier Burkhalter in Consiglio federale. "L'uguaglianza è un tema essenziale per il nostro partito", ricorda oggi sulla stampa la sua presidente Regula Rytz.

"Restano solo due consigliere federali e se la presidente della Confederazione e ministra dei trasporti Doris Leuthard, decana del governo, se ne va, ne resterà solo una", costata Rytz in un'intervista pubblicata oggi da 24 Heures e Tribune de Genève.

La presidente dei Verdi ritiene che l'esecutivo federale fosse molto "progressista" quando in governo vi erano quattro donne. "Questa maggioranza aveva deciso sull'uscita dal nucleare", afferma.

Rappresentare il Ticino è importante, ma "lo è anche il fattore donna", prosegue aggiungendo altri criteri come l'apertura sui temi sociali ed ecologici. "Se il PLR trova una donna ticinese che ha queste caratteristiche, tanto meglio", rileva.

Il PLR ticinese ha deciso di presentare una sola candidatura alla successione di Didier Burkhalter. Il consigliere nazionale Ignazio Cassis, capogruppo in parlamento, parte favorito. L'ex consigliere nazionale e consigliera di stato Laura Sadis non esclude di proporsi.

Le sezioni cantonali del PLR hanno tempo sino all'11 agosto per presentare una candidatura. Un comitato di selezione esaminerà le proposte, ma il "ticket" ufficiale del partito sarà deciso dal

gruppo parlamentare il primo settembre. L'ultima parola spetterà il 20 settembre all'Assemblea federale.

SDA-ATS