Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I "senatori" Martin Schmid (al centro) e Ruedi Noser (davanti a destra) hanno annunciato che non si candideranno alla successione di Johann Schneider-Ammann in Consiglio federale

KEYSTONE/LUKAS LEHMANN

(sda-ats)

Si assottiglia sempre più la lista dei "papabili" del PLR alla successione di Johann Schneider-Ammann in Consiglio federale: due consiglieri agli Stati, il grigionese Martin Schmid e lo zurighese Ruedi Noser, hanno fatto sapere oggi che non saranno nella corsa.

Entrambi i "senatori" vogliono in tal modo dare la precedenza a Karin Keller-Sutter, la consigliera agli Stati sangallese, da subito data come favorita e che tre giorni fa ha ufficialmente annunciato la sua disponibilità.

I tempi sono maturi per una donna in Consiglio federale, ha scritto in un tweet lo zurighese Ruedi Noser. Il grigionese Martin Schmid ha da parte sua sottolineato in una nota che la sua rinuncia risponde al desiderio diffuso di avere "una donna liberale-radicale in Consiglio federale".

Altri esponenti del PLR considerati come possibili candidati hanno rinunciato negli scorsi giorni a lanciarsi nella corsa: la lista comprende in particolare i due "senatori" Josef Dittli (UR) e Andrea Caroni (AR) e la consigliera di Stato zurighese Carmen Walker Späh.

Le sezioni cantonali del PLR hanno tempo fino al 24 ottobre per presentare le possibili candidature. Il gruppo liberale-radicale alle Camere federali farà la sua scelta il 16 novembre prossimo, mentre l'elezione per i due posti vacanti in Consiglio federale è in programma il 5 dicembre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS