Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

PORRENTRUY JU - La petizione lanciata da due giurassiani a favore dell'ordinazione degli uomini sposati in seno alla Chiesa cattolica riscontra un grande interesse: promossa a metà agosto, la proposta ha già riunito 1'400 firme, mentre l'obiettivo iniziale era di 1'000 firme.
La petizione, lanciata in un primo tempo su internet, totalizza finora 780 firme elettroniche e 619 firme manoscritte. Il sito internet è stato tradotto in tedesco, per rispondere all'interesse manifestatosi nella Svizzera tedesca, indica oggi Jean-Pierre Bendit.
Promotore dell'iniziativa con il collega Jean-Paul Miserez, Bendit è convinto che l'ordinazione degli uomini sposati permetterebbe di rimediare alla penuria di sacerdoti che affligge la Chiesa cattolica.
La raccolta delle firme terminerà a fine ottobre: l'obiettivo è ora di raggiungere le 2'000 firme. La petizione sarà poi consegnata al presidente della Conferenza dei vescovi svizzeri, Mons. Norbert Brunner.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS