Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

I soldati sudsudanesi fedeli al presidente Salva Kiir hanno ucciso indiscriminatamente decine di civili a Juba, prendendo in particolare di mira l'etnia rivale dei Nuer, a cui appartiene anche l'ex vicepresidente Riek Machar. Lo denuncia Human Rights Watch.

Kiir e i soldati a lui fedeli appartengono all'etnia dei Dinka. Secondo le testimonianze raccolte da HRW, i soldati hanno aperto il fuoco su aree residenziali densamente popolate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS