Navigation

Sudafrica: presidente Zuma, ventesimo figlio e polemiche

Questo contenuto è stato pubblicato il 01 febbraio 2010 - 22:01
(Keystone-ATS)

JOHANNESBURG - Un mese dopo il suo quinto matrimonio, suscita polemiche in Sudafrica la nascita del ventesimo figlio del presidente Jacob Zuma. La madre del neonato non è una delle mogli del legittimamente poligamo capo di stato (67 anni) ed è abbastanza nota in quanto figlia di Irvin Khoza, presidente del Comitato organizzatore locale dei Mondiali di Calcio. Gli oppositori del Congresso del Popolo hanno definito "scandaloso" l'atteggiamento del presidente, accusato di tenere "un comportamento completamente irresponsabile".
Il partito di Zuma, l'Anc (African National Congress), ha risposto che "non c'e nulla di male in ciò che ha fatto il presidente ... L'attacco è pretestuoso ... Non c'é nulla di vergognoso in due adulti che hanno una relazione ...".
Ma l'opposizione oggi ha ribadito che "poligamia non significa promiscuità ... La gente deve dire al presidente Zuma che è ora che cominci a comportarsi come un capo di stato e non come un gigolò ... Il presidente ha bisogno di aiuto e di una terapia per curare la sua dipendenza dal sesso".
Zuma non è entrato nella polemica. La sua lapidaria risposta é stata: "Sono fatti miei! E' una questione personale!".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?