Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

KHARTOUM - L'esercito sudanese ha dichiarato di aver ucciso 43 militanti del Justice and Equality Movement (Jem, il principale gruppo ribelle) e di aver perso sette dei suoi soldati in scontri nel sud del Darfur.
Il bilancio dei feriti, ha fatto sapere ancora l'esercito, é di 90 da parte del Jem e 11 da parte dell'esercito. L'attacco delle forze governative, ha spiegato il portavoce, è stato sferrato ieri nella zona di Azban, sud del Darfur, che i ribelli del Jem hanno occupato e di recente "portando caos e instabilità presso la popolazione civile".
L'attacco ha provocato in totale 50 morti e 101 feriti, da entrambi le parti. L'esercito ha anche distrutto 28 mezzi del Jem, sequestrato cinque veicoli e tre armi automatiche.

SDA-ATS