Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Meriam Ibrahim, la donna sudanese condannata a morte per apostasia e che qualche giorno fa ha partorito una bimba in carcere, sarà liberata "entro pochi giorni". Lo hanno annunciato le autorità sudanesi, secondo quanto riportato dalla BBC.

L'annuncio dell'imminente liberazione di Meriam è stato dato dal sottosegretario agli Esteri sudanese Abdullahi Alzareg secondo il quale il Sudan garantisce la libertà religiosa ed è si preoccupa di proteggere la donna.

Meriam, 27 anni, è stata condannata a morte da un tribunale di Khartoum per essersi convertita al cristianesimo nonostante il padre sia musulmano. Il suo matrimonio cristiano nel 2011 era stato annullato e Meriam era stata anche condannata a 100 frustrate per adulterio.

SDA-ATS