Navigation

Sudan: scontri tribali in Sud Darfur, 30 morti

Caschi blu dell'UNAMID vegliano sulla situazione nel Darfur. KEYSTONE/AP UNAMID/Albert Gonzalez Farran sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 maggio 2020 - 07:12
(Keystone-ATS)

Trenta persone sono rimaste uccise in scontri tribali scoppiati nella provincia sudanese Darfur Meridionale, secondo quanto riferito dall'ufficio del premier Abdalla Hamdok.

I sanguinosi combattimenti sono avvenuti tra le tribù al-Raziqat (araba) e al-Falata (africana), scatenati da una disputa sul bestiame rubato.

Le tensioni tra le tribù arabe e africane nel Darfur risalgono al 2003, quando i ribelli delle minoranze etniche presero le armi contro il governo allora dominato dagli arabi del presidente Omar al-Bashir, da allora estromesso, accusandolo di emarginare la regione economicamente e politicamente.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.