Navigation

Sudan: strage di soldati nella battaglia per il petrolio

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 aprile 2012 - 20:47
(Keystone-ATS)

Gli oltre mille soldati sud sudanesi uccisi da Khartoum nella battaglia per il petrolio in Sudan stanno preoccupando la comunità internazionale. Il presidente Usa Barack Obama ha chiesto l'immediata cessazione delle ostilità, mentre il presidente del Sudan, Omar al Bashir, ha chiuso la porta ad eventuali negoziati con Giuba.

Secondo il bollettino di guerra reso noto dalle due parti in conflitto, nelle battaglie di Heglig - la zona petrolifera sudanese del Kordofan del Sud in cui si combatte dalla fine di marzo - sarebbero morti 1.200 soldati sud sudanesi. I bombardamenti a Bentiu, area petrolifera sud sudanese, avrebbero causato la morte di un numero imprecisato di civili.

Heglig è un grande campo petrolifero che un arbitrato internazionale ha assegnato l'anno scorso a Khartoum, con una decisione contestata fortemente dai dirigenti sud sudanesi. Ora tutte le estrazioni sono bloccate.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?