Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Falsità in certificati: è la sentenza emessa dalla giustizia bernese nei confronti di Tiziano Sudaro, colonnello dello stato maggiore ed ex direttore di un commissariato della polizia giudiziaria federale, ribattezzato dalla stampa "Doktor Sudaro" e balzato alle luci della cronaca in gennaio per aver ottenuto posti importanti grazie a falsi diplomi universitari. Al ticinese è stata inflitta una multa di 1500 franchi e una pena pecuniaria sospesa di circa 10'000 franchi.
Sudaro dirigeva dallo scorso novembre il commissariato IV Criminal Intelligence della polizia giudiziaria federale dove svolgeva inchieste preliminari riguardanti il terrorismo e il crimine organizzato.
All'inizio di gennaio, a sorpresa, Sudaro ha annunciato le dimissioni adducendo ragioni personali. In realtà giornalisti della televisione svizzerotedesca avevano scoperto che i suoi titoli accademici erano falsi. Dall'inchiesta è emerso che Sudaro non ha mai presentato una tesi all'università di Barcellona e non ha conseguito un dottorato dell'università di Friburgo, ha precisato Hadorn.

SDA-ATS