Navigation

Suicida a 17 anni, due giorni dopo lo stupro

La violenza contro le donne è un tema molto sentito in India. KEYSTONE/AP/Manish Swarup sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 27 aprile 2020 - 12:53
(Keystone-ATS)

L'hanno trovata i genitori, impiccata in casa, in un villaggio del distretto di Aligart, nell'Uttar Pradesh.

Lo riferisce il quotidiano The Indian Express: la ragazza, diciassette anni, aveva denunciato qualche giorno prima di essere stata vittima di uno stupro da parte di alcuni coetanei del suo stesso villaggio.

La madre ha raccontato ai giornalisti che, come accade spesso nelle aree rurali, dopo la denuncia si era riunito il panchayat, il consiglio del villaggio, l'organismo assembleare elettivo di primo livello: i violentatori, presenti all'incontro, avevano minacciato la vittima, e i membri del consiglio le avevano chiesto insistentemente di ritirare la denuncia e di accontentarsi di un risarcimento amichevole.

"Mia figlia si era sentita violentata due volte", ha denunciato la madre".

Il sovrintendente di Polizia Muniraj G ha informato di avere arrestato due persone e che sono in corso indagini per stabilire se il panchayat abbia indotto la ragazza al suicidio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.