Navigation

Sulzer taglia posti di lavoro

Un'altra grande azienda annuncia licenziamenti. KEYSTONE/STEFFEN SCHMIDT sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 23 luglio 2020 - 17:05
(Keystone-ATS)

Taglio occupazionale presso il gruppo industriale Sulzer: stando al sindacato Unia vengono cancellati 55 dei 281 impieghi in Svizzera della controllata Sulzer Chemtech, nelle località zurighesi di Winterthur e Oberwinterthur, nonché ad Allschwil (BL).

In una presa di posizione Sulzer conferma la cancellazione di posti. "La recessione economica globale causata dalla pandemia e le distorsioni del mercato che ne sono derivate comportano la necessità di adeguare le capacità di due società del gruppo in Svizzera, cosa che provoca circa 50 licenziamenti", si legge nella nota. Per i dipendenti interessati dal contratto collettivo di lavoro è disponibile un piano sociale.

Sulzer è stata duramente colpita dal calo della domanda, in particolare nell'industria del petrolio e del gas. L'azienda aveva già annunciato a fine giugno che sarebbero stati effettuati accantonamenti per costi di ristrutturazione di circa 60 milioni di franchi. L'impresa intende fornire informazioni più dettagliate domani, quando saranno pubblicati i conti semestrali.

Secondo Unia i tagli sono incomprensibili, in quanto l'azienda dispone di risorse sufficienti per operare gli adattamenti senza danneggiare i dipendenti. Secondo il sindacato la cancellazione di impieghi è ancora più scioccante se si considera che in aprile gli azionisti di Sulzer hanno approvato un aumento dei dividendi.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.