Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Come altrove, anche in Svizzera decine di migliaia di persone hanno festeggiato per strada l'arrivo dell'anno nuovo, fra brindisi, spettacoli pirotecnici, concerti e attrazioni varie. Pochi gli incidenti registrati dalle varie forze di polizia.

Malgrado il freddo pungente, diverse città hanno proposto spettacoli ed eventi in piazza. A Losanna, sin dal 1904 la tradizione vuole che allo scoccare della mezzanotte la cattedrale venga illuminata da grandi bengala. Agli spettatori, circa 700, è stato offerto vin brulé e spumante. Poco prima, gli appassionati di organo hanno potuto assistere a un concerto nella stessa cattedrale.

Il Capodanno di Zurigo e Basilea è stato invece caratterizzato da spettacolari fuochi d'artificio. Decine di migliaia di persone si sono assiepate sul lungolago della città sulla Limmat per assistere a uno show di circa 20 minuti. Pochi gli interventi della polizia, in linea con quelli effettuati in un normale fine settimana. Un uomo si è ferito a una mano con un ordigno pirotecnico di sua fabbricazione.

Più lavoro per le forze dell'ordine basilesi, che hanno dovuto effettuare 60 interventi e sono in particolare state chiamate a sedare una rissa scoppiata in un locale pubblico e proseguita in strada. Diverse persone sono rimaste ferite, tre delle quali, di età compresa fra i 22 e i 28 anni, hanno dovuto essere condotte al pronto soccorso per le ferite riportate. Un 23enne tedesco è stato fermato dagli agenti.

Niente spettacoli pirotecnici, ma altrettanto festose le notti di Berna e Ginevra. Nella città federale migliaia di persone si sono riunite sulla piazza della cattedrale per brindare al 2015. A Ginevra i cittadini hanno potuto fra le altre cose assistere a un concerto nel quartiere dei Pâquis. La polizia è intervenuta una quarantina di volte per piccole risse, mentre i pompieri sono stati allertati a tre riprese.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS