Tutte le notizie in breve

Il Ticino è la quarta regione economicamente più dinamica della Svizzera (foto simbolica d'archivio).

KEYSTONE/KARL MATHIS

(sda-ats)

La Svizzera centrale è la regione economicamente più dinamica del paese: dal 2000 al 2015 il suo prodotto interno lordo (PIL) è aumentato del 43%, grazie soprattutto al canton Zugo. Seguono Romandia (+33,7%), Svizzera nordoccidentale (+33,4%) e Ticino (+30,4%).

Quest'ultimo fa quindi meglio della regione di Zurigo (+25,4%), della Svizzera orientale (+23,3%) e di Berna-Soletta (+22,4%), secondo uno studio delle sei banche cantonali romande, dell'istituto di ricerche congiunturali Créa e dal forum politico-economico "Forum des 100" di "Le Temps". A livello nazionale la crescita è stata del 29,5%.

Lo studio ha paragonato pure 300 regioni europee, giungendo alla conclusione che in termini di PIL per abitante al primo posto si piazza la City di Londra (212'800 euro nel 2015), che stacca enormemente il Lussemburgo (89'900), Zurigo (89'571) e il Ticino (76'842). Altre quattro regioni elvetiche si collocano tra il quinto e l'ottavo rango, la Svizzera orientale all'undicesimo.

Se si combina la crescita dal 2000 al 2015 con il PIL per abitante (euro, 2015) risulta invece in prima posizione la Svizzera centrale, in seconda il Lussemburgo, in terza la Romandia, in quarta il Ticino, in quinta la Svizzera nordoccidentale, in sesta Zurigo, in settima la City di Londra, in ottava Berna-Soletta e in nona la Svizzera orientale.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve