Navigation

Svizzera-Cina: Xi celebra 70 anni legami, verso "amicizia eterna"

Parole calorose per la Svizzera da parte del leader cinese. KEYSTONE/AP/Mark Schiefelbein sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 14 settembre 2020 - 17:00
(Keystone-ATS)

"La Cina e la Svizzera hanno coltivato insieme uno spirito di cooperazione e parità, orientato all'innovazione e al vantaggio reciproco negli ultimi 70 anni dall'instaurazione dei legami diplomatici bilaterali". Lo ha affermato oggi il presidente cinese Xi Jinping.

In un messaggio di congratulazioni inviato alla presidente della Confederazione Simonetta Sommaruga ha auspicato un'amicizia eterna.

Entrambe le parti, ha sottolineato Xi, hanno anche offerto un esempio di cooperazione amichevole tra paesi diversi in termini di sistema sociale, fase di sviluppo e dimensioni, riferisce l'Agenzia Nuova Cina (Xinhua).

Il leader dello stato a partito unico ha ricordato come la Svizzera sia stata una delle prime nazioni occidentali a stabilire relazioni diplomatiche con la Repubblica Popolare Cinese. E nei sette decenni trascorsi i rapporti hanno fatto grandi progressi.

Nella lotta contro la pandemia di coronavirus, le parti si sono aiutate a vicenda, approfondendo l'amicizia tra i due popoli, ha proseguito il 67enne, aggiungendo di attribuire grande importanza allo sviluppo dei rapporti tra Berna e Pechino. Xi ha anche detto di auspicare "un'amicizia eterna" tra i due stati.

L'agenzia stampa controllata da Pechino riferisce anche del messaggio di congratulazioni di Sommaruga, pure improntato al desiderio di sviluppo di relazioni strette e amichevoli. Non manca inoltre un accenno all'epidemia di coronavirus.

La Svizzera fu tra i primi paesi occidentali a stabilire relazioni diplomatiche con il regime comunista cinese. Il 17 gennaio 1950 l'allora presidente della Confederazione Max Petitpierre inviò un telegramma a Mao Tse-tung che notificava il riconoscimento ufficiale del nuovo stato.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.