Navigation

Svizzera estende sanzioni contro regime siriano

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2012 - 18:55
(Keystone-ATS)

La Svizzera ha esteso le sanzioni contro la Siria: altre 34 persone, tra cui due ministri, numerosi membri dell'apparato di sicurezza, e 19 aziende, sono state aggiunte alla "lista nera" già resa pubblica dalla Segreteria di Stato dell'economia (SECO).

La lista comprende quindi a tutt'oggi 108 persone e 38 aziende (anche la catena televisiva Charm Press e il quotidiano "Al Watan"), secondo un comunicato della SECO. Tutti sono colpiti da un divieto di entrata in Svizzera e i loro averi sono stati bloccati. Con questa decisione Berna si allinea alle ultime misure adottate dall'Unione europea nei confronti della Siria.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?