Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il contingente per i mezzi pesanti in transito tra Moldavia, Ucraina e Svizzera è stato soppresso.

La consigliera federale Doris Leuthard ha sottoscritto un accordo di liberalizzazione con il ministro dei trasporti moldavo Iurie Chirinciuc e il ministro delle infrastrutture ucraino Volodymyr Omelyan.

Come previsto, Leuthard ha partecipato ieri e oggi alle tavole rotonde ministeriali e ai discorsi in programma al Forum internazionale dei trasporti (ITF) a Lipsia (D), quest'anno all'insegna di una mobilità pulita ed equa. Lo comunica in una nota odierna il Dipartimento dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle comunicazioni (DATEC).

La consigliera federale è inoltre intervenuta a una discussione sul tema del rinnovamento delle infrastrutture. Qui si è parlato dell'influenza che le nuove tecnologie hanno sulla mobilità, di quali esigenze infrastrutturali nascono - ad esempio - dai veicoli autonomi e dalle nuove forme di utilizzo degli utenti, oltre a come possono essere finanziate le infrastrutture nonostante la scarsità delle risorse.

La responsabile del DATEC ha approfittato del Forum per condurre incontri bilaterali con i ministri dei trasporti di Nuova Zelanda, Moldavia, Ucraina e Germania. Leuthard ha discusso di digitalizzazione della mobilità con il neozelandese Craig Foss, mentre la galleria di base del San Gottardo è stata al centro del colloquio con il tedesco Alexander Dobrindt.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS