Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

GINEVRA - Il Cantone di Ginevra è disposto a versare un risarcimento a Hannibal Gheddafi per la pubblicazione nella "Tribune de Genève" delle foto segnaletiche scattate nel luglio 2008, in occasione dell'arresto del figlio del leader libico in un albergo della città lemanica. Lo ha confermato oggi il Consiglio di Stato nel suo incontro settimanale con la stampa.
Il governo ginevrino riconosce la propria responsabilità nella trasmissione delle foto - effettuata "verosimilmente" da uno dei suoi dipendenti - ed esprime nuovamente il suo rincrescimento. Sottolineando che tale trasmissione è "inammissibile", assicura che l'autore della violazione del segreto d'ufficio sarà punito anche sul piano amministrativo, qualora l'inchiesta penale, tuttora in corso, permetterà d'identificarlo.
L'esecutivo cantonale conferma in tal modo il contenuto del memorandum inviato ieri dal legale del cantone al Tribunale di prima istanza di Ginevra e svelato ieri sera dalla trasmissione "10 vor 10".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS