Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La politica climatica del Consiglio federale va nella giusta direzione, ma si deve fare di più. È quanto emerge dalle raccomandazioni contenute in un rapporto di un gruppo di esperti su mandato del governo.

Gli specialisti chiedono tra le altre cose "una conseguente riduzione delle emissioni di CO2".

L'attuale politica climatica è "troppo poco ambiziosa" per raggiungere l'obiettivo di limitare a due gradi il riscaldamento terrestre rispetto al periodo preindustriale, si legge nel rapporto consegnato in giugno al Dipartimento federale dell'ambiente, dei trasporti, dell'energia e delle telecomunicazioni (DATEC) e reso noto oggi dalla NZZ am Sonntag. Per questo gli esperti raccomandano alla Svizzera di ridurre le emissioni dell'80%-95% entro il 2050.

Il Consiglio federale ha l'intenzione di ridurre entro il 2030 i gas a effetto serra del 30% in Svizzera e del 20% all'estero rispetto al 1990. Secondo il gruppo di specialisti, si tratta di un "primo ma importante passo".

Tuttavia essi sottolineano che le misure facoltative raccomandate negli ultimi 20 anni non hanno portato i frutti sperati. In particolare la politica dei trasporti ha fallito i suoi obiettivi, poiché nonostante le disposizioni legislative, le emissioni di CO2 sono comunque aumentate.

Occorrono quindi "condizioni quadro legislative più severe, nonché direttive tecniche, limitazioni o divieti", si legge nel rapporto. Accanto a ciò è necessario coordinare meglio gli investimenti nella manutenzione e nel potenziamento delle infrastrutture dei trasporti con la politica climatica. Il finanziamento potrebbe essere assicurato tramite la tassa sulle emissioni di CO2 derivanti dall'utilizzazione energetica dei carburanti. Gli esperti auspicano pure una limitazione del volume del traffico.

Nel documento si consiglia pure di lanciare delle campagne di sensibilizzazione "choc" simili a quelle anti-Aids dell'Ufficio federale della sanità. Altrimenti sarà difficile far passare il messaggio alla maggioranza della popolazione.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS