Navigation

Svizzera-UE: dettaglianti, governo valuti adesione

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2010 - 13:49
(Keystone-ATS)

BERNA - Per i dettaglianti svizzeri il libero accesso al mercato dell'Unione europea è assolutamente prioritario, e per questo bisogna prendere in considerazione anche un'adesione all'UE. Il Consiglio federale deve assicurare infatti l'accesso con i migliori mezzi possibili, afferma l'associazione dei venditori e importatori all'ingrosso Commercio Svizzera (VSIG).
Al momento la via bilaterale garantisce l'accesso al mercato in maniera soddisfacente, ma ciò può cambiare se questa "via speciale" della Svizzera diventasse troppo complicata per l'UE, scrive l'organizzazione in una nota divulgata oggi. In questo caso bisognerebbe valutare l'opzione di un'adesione allo Spazio economico europeo (SEE) o all'UE. Il governo deve affrontare simili questioni "senza pregiudizi".
Secondo la VSIG, che riunisce 35 associazioni del ramo con 3'500 imprese, l'accesso al mercato è il criterio principale per un'adesione a causa della dipendenza della Svizzera dall'estero.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.