Navigation

Svizzeri: stop a urbanizzazione

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 maggio 2011 - 11:35
(Keystone-ATS)

I due terzi della popolazione svizzera, secondo un sondaggio commissionato da "pro natura", vorrebbe che si fermasse il processo di urbanizzazione. Cinque anni or sono la pensava così il 50% degli intervistati. Questo risultato dimostra che gli svizzeri sono a favore dell'iniziativa per il paesaggio, che esige una moratoria di 20 anni sulle zone edificabili, secondo l'associazione.

Stando al sondaggio, condotto dall'istituto "gfs-zürich", la popolazione è sempre più preoccupata della crescente urbanizzazione: su 1017 persone interrogate, il 66% afferma che la superficie urbana va limitata a quella esistente; il 60% ritiene che ci siano troppe costruzioni; l'83% vorrebbe limitare l'edilizia nelle zone particolarmente belle dal profilo paesaggistico.

Pro natura fa notare in un comunicato che non vi è differenza di opinione tra gli elettori o simpatizzanti dei vari partiti. Lo stop all'urbanizzazione è appoggiato da intervistati UDC (70%), Verdi (70%), PS (67%), PPD (65%), PLR (59%).

Consiglio federale e parlamento raccomandano di respingere l'iniziativa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.