Navigation

Svizzeri sono oltre 8,6 milioni, in aumento anziani

Aumentano gli abitanti della Svizzera, ma a un ritmo inferiore alla soglia dell'1%. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 aprile 2020 - 14:48
(Keystone-ATS)

La popolazione della Svizzera ha raggiunto gli 8'603'900 abitanti, lo 0,7% in più rispetto all'anno precedente. In controtendenza il Ticino (-0,5%), uno dei quattro cantoni in cui il dato è sceso. A livello nazionale, crescono di quasi il 2% gli over 65.

I risultati, ancora provvisori, emergono dalle statistiche annuali realizzate dall'Ufficio federale di statistica (UST). In valore assoluto, la popolazione è aumentata di 59'400 persone. L'incremento percentuale dello 0,7% corrisponde a quelli registrati tra il 2003 e il 2006 e nel 2018, ma si attesta sotto quelli del periodo 2007-2016, quando si superava l'1%.

Uno su quattro è straniero

Tre quarti (74,7%) dei residenti nella Confederazione, informa l'UST in un comunicato odierno, sono cittadini svizzeri, mentre il restante quarto, ovvero oltre due milioni di persone, ha passaporto straniero. La progressione annua è stata dello 0,5% nel primo caso e dell'1,2% nel secondo.

A livello cantonale, il segno meno si registra solo in quattro casi. La diminuzione più accentuata (-0,5%) è quella del Ticino, imitato parzialmente da Nidvaldo (-0,3%), Neuchâtel (-0,2%) e Appenzello Interno (-0,1%). Nel cantone italofono vivono 351'471 persone (-1872 rispetto a fine 2018). Nei Grigioni il saldo è in positivo dello 0,3% (198'988 individui, +609).

A Zurigo l'incremento più marcato

Il tasso di crescita maggiore si osserva a Zurigo (+1,2%), davanti a Turgovia e Argovia (entrambi +1,1%). Grazie alle acquisizioni di cittadinanze, Ginevra è invece il cantone con il balzo maggiore (+1,1%) di svizzeri, ma anche la quota più alta - quasi il 40% - di stranieri. La minor proporzione di individui senza passaporto elvetico è a Appenzello Interno (11,3%), mentre il Ticino si attesta al 27,6% e i Grigioni al 18,8%.

Nel 2019 la Svizzera ha registrato 170'800 immigrazioni (+0,4%) e 123'200 emigrazioni (-5,4%). Ne consegue che il saldo migratorio è stato di 47'600 persone, in aumento del 19,4%, specifica l'UST. La crescita demografica è stata anche sostenuta, seppur con un peso minore, dall'incremento naturale della popolazione (differenza fra nascite e decessi). Tale dato si è stabilito a 16'700 persone, in calo del 19,7% in confronto al 2018.

Aumentano anziani

Continua a salire la quota di anziani, ormai arrivata al 18,7% del totale. Nella categoria rientra chi ha più di 65 anni (+1,8% su un anno). Il divario con i giovani si fa sempre minore: ad avere meno di 19 anni è il 19,9% della popolazione, stabile nel paragone con il 2018 (20,0%).

In una dozzina di cantoni, fra cui Ticino e Grigioni, la quota di anziani già ora supera quella di giovani. Su scala svizzera, gli over 80 sono cresciuti del 2,3% e i centenari del 4,8%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.