Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il gruppo del cristallo Swarovski chiude il sito di produzione di Triesen, nel Principato del Liechtenstein, ma al contempo amplia un altro comparto. Andranno persi almeno 50 impieghi.

La fabbricazione manuale sarà trasferita in Serbia nel secondo trimestre del 2016, ha comunicato oggi la società. Le cause sono da ricercare nei crescenti costi, pressione accentuatasi con l'abbandono della soglia di cambio minima tra euro e franco.

La delocalizzazione della produzione costerà 130 posti di lavoro. A Triesen Swarovski intende tuttavia estendere la gestione delle reti di distribuzione, con la creazione di 80 impieghi. L'obiettivo è di occupare preferibilmente questi posti con le persone colpite dalla chiusura della produzione. Per gli altri interessati sarà allestito un piano sociale "che va ben oltre i soliti standard".

Swarovski conta circa 660 collaboratori a Triesen ed è uno dei maggiori datori di lavoro del Principato.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS