Navigation

Swatch: franco forte "divora " profitti

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 giugno 2011 - 11:12
(Keystone-ATS)

La forza del franco è attualmente il maggiore problema per Swatch. "Lavoriamo, otteniamo risultati meravigliosi, ed ecco che il franco svizzero se li divora", si lamenta la presidente del gruppo orologiero Nayla Hayek in una intervista pubblicata oggi dai giornali "Bund" e "Tages Anzeiger".

Swatch "sta bene", i risultati aziendali del gruppo sono "fenomenali", "è la Svizzera a soffrire, molti posti di lavoro sono in pericolo". La situazione non è da prendere sotto gamba, "dobbiamo cominciare a svegliarci", afferma la 60enne figlia del fondatore di Swatch Nicolas Hayek, morto un anno fa.

A suo avviso, "molta gente in Svizzera versa attualmente in uno stato di ibernazione": "Nessuno reagisce, nessuno fa qualcosa, è come una paralisi".

La presidente assicura che Swatch, il più grande fabbricante di orologi del mondo con 19 marche e un fatturato annuo di 6,4 miliardi, non ha intenzione di spostare la produzione all'estero: "Siamo un'impresa svizzera con una produzione svizzera, e vogliamo avere questi posti di lavoro in Svizzera".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?