Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Swatch scende in campo contro Apple: il marchio iWatch, l'ipotetico mini pc da polso che la casa di Cupertino si appresterebbe a lanciare, è infatti troppo simile a quello "iSwatch", una delle serie di orologi venduti dalla società elvetica. Lo rivela il portale di informazione watson.ch, citando una presa di posizione della responsabile della comunicazione di Swatch, Serena Chiesura, di cui l'ats possiede una copia.

"Per noi esiste un chiaro rischio di errore: le due marche sono facilmente confondibili", sottolinea la Chiesura, precisando che Swatch Group procederà contro Apple "in tutti i paesi in cui il marchio è registrato". Senza fornire ulteriori dettagli, la portavoce rileva che "l'azienda adotterà tutte le misure ritenute necessarie per proteggere il proprio marchio iSwatch".

ISwatch è stato registrato in oltre 80 paesi, come si apprende dal sito online dell'Organizzazione mondiale per la proprietà intellettuale (WIPO). Alcuni paesi hanno finora rifiutato di garantire la protezione del marchio, mentre altri hanno acconsentito.

Non è ancora chiaro come si svolgerà la battaglia legale, come d'altronde non è ancora chiaro se e quando Apple lancerà il suo orologio futuristico. Finora in merito allo Smart Watch circolano infatti solo speculazioni, nate dopo che la casa di Cupertino ha registrato, lo scorso anno, il marchio iWatch in Giappone.

SDA-ATS