Navigation

Swiss, capitale azionario funge da garanzia per la Confederazione

Berna ha chiesto che in garanzia Swiss ci metta le azioni. KEYSTONE/ENNIO LEANZA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 30 aprile 2020 - 11:45
(Keystone-ATS)

L'intero capitale azionario di Swiss fungerà da garanzia per l'intervento di soccorso della Confederazione nei confronti della compagnia aerea elvetica e alla sua affiliata Edelweiss.

Lo ha indicato all'agenzia Awp il Dipartimento federale delle finanze confermando una notizia diffusa da Tages-Anzeiger e testate consorelle.

Il fabbisogno di liquidità per le due società duramente toccate dalle conseguenze del coronavirus viene stimato a circa 1,5 miliardi. Il denaro verrebbe messo a disposizione da un consorzio di banche: la Confederazione garantirà l'85% dei mezzi erogati fino a un massimo di 1,275 miliardi.

Se il credito non verrà rimborsato scatterebbe la clausola del capitale azionario: concretamente quindi Swiss passerebbe in mano a alla Confederazione. La garanzia è prevista negli accordi fra Berna e l'aviolinea.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.