Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

INTERLAKEN BE - La Svizzera ha urgentemente bisogno di riforme sul fronte delle assicurazioni sociali: lo sostiene la presidente della Confederazione Doris Leuthard, intervenuta nella giornata d'apertura dello Swiss Economic Forum di Interlaken (BE). La riunione informale di personalità della politica e dell'economia continuerà anche domani all'insegna del motto "ReStart!, time for a new approach" (ripartire, è il momento di un nuovo approccio).
In Svizzera si sta muovendo troppo poco nel campo delle assicurazione sociali, con conseguenze negative sia per l'economia che per i posti di lavoro, ha affermato Leuthard. La ministra dell'economia ha messo anche in guardia da un eventuale no alla revisione della legge sull'assicurazione contro la disoccupazione, su cui si voterà il 26 settembre in caso di riuscita del referendum. "Se gli oppositori riusciranno ancora una volta a fomentare le emozioni ricorrendo alla parola chiave dello smantellamento sociale le conseguenze saranno visibili già a partire dal 2011", ha ammonito la consigliera federale PPD.
Di più ampio respiro è stato l'intervento del professore americano Paul Krugman: il premio Nobel per l'economia si è detto convinto che la ripresa arriverà, ma che ci vorrà tempo. Il moderato ristabilimento dell'economia avvenuto in Europa e negli Usa negli ultimi mesi non è stato accompagnato da una riduzione sostanziale della disoccupazione, un aspetto cui il mondo politico dovrà prestare maggiore attenzione. Nella situazione attuale è comunque poco utile che gli stati tirino la cinghia, ha avvertito Krugman. Per quanto riguarda la Grecia, il professore non si è sbilanciato: le possibilità che Atene riesca "in qualche modo" a uscire dalla crisi sono del 50%, ha detto.
Al Forum partecipano 1300 personalità: fra loro la presidente del consiglio nazionale Pascal Bruderer, lo scrittore Adolf Muschg, il presidente della Banca nazionale svizzera Philipp Hildebrand e l'ex premier britannico Tony Blair.

SDA-ATS