Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Risultati in crescita per Swiss Prime Site (SPS): nei primi nove mesi la più grande società immobiliare quotata in borsa ha realizzato un utile di 203,7 milioni di franchi, in progressione del 20% rispetto allo stesso periodo del 2014.

I ricavi complessivi sono saliti del 17% a 734,6 milioni, comunica oggi l'azienda con sede a Olten (SO). Gli introiti delle pigioni - attività cardine di SPS - sono aumentati dell'1,5% a 335,6 milioni. Il risultato operativo a livello Ebit si è attestato a 397,6 (+26%).

Tenendo conto dell'evoluzione della mercato interno e dell'immigrazione SPS si aspetta anche per il futuro una domanda stabile di superfici commerciali in aree urbane. L'impresa si ritiene inoltre ben posizionata anche nei comparti annessi all'immobiliare.

Per l'insieme dell'esercizio il gruppo prevede quindi pigioni, Ebit e utile netto chiaramente superiori a quelli dell'anno scorso. La quota di spazi sfitti è attesa intorno al 7%.

Altra tendenza per la concorrente PSP Swiss Property, con sede a Zugo, che ha registrato nei primi nove mesi dell'anno un utile netto di 132,4 milioni di franchi, in calo del 4,7% rispetto allo stesso periodo del 2014.

Il risultato operativo Ebitda, al netto delle rivalutazioni, si è contratto del 3,1% a 175,9 milioni, mentre i ricavi immobiliari sono leggermente scesi dello 0,4% a 206,3 milioni, indica PSP in un comunicato.

L'utile netto (senza rivalutazioni) ha accusato una flessione del 5,3% a 122,6 milioni, meglio quindi dei 119,1 milioni previsti dagli analisti consultati dall'agenzia finanziaria Awp.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS