Swiss prolunga stop voli verso Cina fino al 28 marzo

Swiss ha prolungato di un mese lo stop dei collegamenti da e per la Cina continentale. Ridotte invece le capacità per i voli su Hong Kong. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats

La compagnia di bandiera Swiss ha deciso oggi di prolungare di un mese lo stop dei voli verso Pechino e Shanghai fino al 28 di marzo a causa dell'epidemia di coronavirus in Cina. È quanto ha indicato oggi la controllata da Lufthansa in un tweet.

Ciò significa che la sospensione dei collegamenti da e per la Cina varrà fino al termine dell'orario invernale. Oltre a ciò, Swiss ridurrà le proprie capacità per quanto riguarda i voli da e verso Hong Kong. La metropoli sarà servita da un Airbus A340 con una capacità di 223 posti al posto del Boeing 777-300ER che ne offre 340.

I passeggeri toccati da questa decisione potranno modificare gratis la prenotazione oppure ottenere il rimborso del prezzo del biglietto. La decisione odierna vale anche per Lufthansa e Austrian Airlines, quest'ultima come Swiss controllata dal vettore tedesco.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo