Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

ZURIGO - Swiss Re è riuscita ad accrescere l'utile netto del 22% nel primo trimestre 2010, a 158 milioni di dollari (175 milioni di franchi). Un risultato tanto più rallegrante perché ottenuto nonostante grandi catastrofi naturali come il terremoto in Cile e la tempesta invernale Xynthia in Europa, che hanno causato notevoli costi, rileva il gruppo in una nota odierna.
Il gigante elvetico delle riassicurazioni Swiss Re stima che i costi causati dalla fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico possano raggiungere la cifra di 3,5 miliardi di dollari.
Il gruppo precisa che le stime possono variare essendo al momento difficile prevedere l'evoluzione della catastrofe.

SDA-ATS