Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Swiss Re ha registrato un calo dell'utile netto nell'esercizio 2014: 3,5 miliardi di dollari (3,3 miliardi di franchi) contro 4,4 miliardi l'anno precedente, a causa di una ristrutturazione delle sue attività americane, indica un comunicato.

L'utile netto è inferiore alle attese: il consensus degli analisti interrogati dall'agenzia finanziaria awp si situava infatti a 3,66 miliardi di dollari.

Nel dettaglio, l'assicurazione danni e incidenti (Property & Casualty Reinsurance), principale fonte di reddito, ha generato un utile netto in rialzo annuo del 10,4% a 3,6 miliardi di dollari. Il buon risultato è dovuto al diminuito ammontare dei danni causati da catastrofi naturali e allo scioglimento di riserve.

Il volume dei premi è salito del 7,3% a 15,6 miliardi di dollari, grazie all'apporto dei mercati asiatici e americano. Il rapporto tra i costi dei sinistri e altre spese rispetto ai premi (combined ratio) si è attestato all'83,7%.

La divisione Vita (Life & Health Reinsurance) ha invece registrato una perdita netta di 462 milioni di dollari, a fronte di un utile di 420 milioni l'anno prima, a causa della ristrutturazione delle attività negli USA. Il volume dei premi è cresciuto del 12,4% a 11,3 miliardi di dollari.

La divisione "Corporate Solutions" ha generato un utile di 319 milioni di dollari (+14,3%) e il comparto "Admin Re" ha contribuito con un risultato netto positivo di 34 milioni di dollari.

Nel 2014 il rendimento dei fondi propri è stato del 10,4%, meglio degli obiettivi fissati all'8,6%. L'utile per azione è stato di 10,23 dollari

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS