Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA/LIBREVILLE - Swissaid ha lanciato oggi un appello in favore del Ciad: oltre un milione di persone - fra cui numerosi bambini - sono infatti colpite dalla siccità, mentre in altre zone del paese inondazioni hanno provocato oltre 100'000 sinistrati. L'Organizzazione non governativa (ONG) ha già aiutato 16'000 bisognosi.
Swissaid ricorda che già in situazioni normali gli abitanti della zona dispongono di raccolti appena sufficienti a sopravvivere nel periodo di siccità. L'anno scorso la produzione è stata però molto meno abbondante del solito, e le scorte di cibo sono finite. Un quarto dei bambini sotto i cinque anni è minacciato dalla sottonutrizione.
Le associazioni umanitarie presenti in Ciad sono inoltre poche e concentrano il loro lavoro sul confine con il Sudan, per aiutare i rifugiati. Per questo motivo l'ONU ha chiesto che gli aiuti siano aumentati nelle altre ragioni, al fine di evitare una catastrofe umanitaria ancora maggiore.
Per donazioni a SWISSAID, CP 30-303-5 (menzione: Ciad)

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS