Navigation

Swisscom, aperta a colloqui con Sunrise e Salt su fibra ottica

La fibra ottica è un tema caldo nel settore delle telecomunicazioni. KEYSTONE/TI-PRESS/CARLO REGUZZI sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 19 maggio 2020 - 11:00
(Keystone-ATS)

Swisscom si dice aperta a colloqui con la joint venture creata da Sunrise e Salt per il potenziamento della rete in fibra ottica.

"Recentemente siamo venuti a conoscenza dei piani e, come in passato, stiamo esaminando le possibilità di cooperazione", ha detto un portavoce all'agenzia Awp.

Il principale operatore telecom elvetico mette comunque in relazione i previsti investimenti dei due concorrenti, che nei prossimi 5-7 anni puntano a spendere fino a 3 miliardi di franchi, con i propri volumi di impegno: negli ultimi dieci anni Swisscom ha investito 16 miliardi di franchi, di cui gran parte nella rete fissa.

Con ulteriori investimenti "per diversi miliardi", Swisscom continuerà a modernizzare la rete fissa anche nei prossimi anni, ha aggiunto l'addetto stampa. Come noto la società prevede di raddoppiare, entro la fine del 2025 e rispetto al 2019, la copertura con la FTTH (Fiber to the Home, fibra ottica fino a casa).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.